ALFA ROMEO SPECIAL ANNIVERSARY 2022 – ACI STORICO FESTIVAL
Autodromo Nazionale Monza, 3 aprile 2022

Dopo la “Premiazione Campioni Alfa Romeo – 40 anni Scuderia del Portello” di sabato 2 aprile presso il Palazzo di Regione Lombardia, riservata solo ai soci e agli ospiti invitati dalla Scuderia, il giorno seguente (domenica 3 aprile) la festa dell’anniversario si è spostata all’Autodromo Nazionale di Monza per condividerla con tutto il mondo degli Alfisti.
Quasi 400 Alfa Romeo di Club e possessori provenienti da tutta Italia ed Europa hanno invaso il paddock principale del “Tempio della Velocità” per l’“Alfa Romeo Special Anniversary 2022” organizzato dalla Scuderia del Portello in collaborazione con il Registro Italiano Alfa Romeo in occasione del secondo ACI STORICO FESTIVAL.
Un vero record di iscritti, come lo scorso anno, con vetture storiche, youngtimer, moderne e racing, che hanno confermato l’evento quale più grande raduno annuale Alfa Romeo d’Italia che in questa edizione ha celebrato, oltre ai 40 anni della Scuderia del Portello, i 60 anni dell’Alfa Romeo Giulia e i 100 anni dell’Autodromo Nazionale Monza.

Il programma ha impegnato i partecipanti sin dalle prime ore della mattina in parate sul tracciato storico (le leggendarie curve sopraelevate) e sull’attuale pista di Formula 1, in turni a tutta velocità con casco e cinture ben allacciate per gli appassionati più sportivi, nonché i piloti in sessioni dedicate alle auto da competizione durante le quali la Scuderia del Portello ha portato in pista lo show del suo Museo Dinamico Alfa Romeo storiche da competizione, girando con rarissime vetture come la Tipo 33TT3 del 1971, la Giulietta Spider Monoposto “Sebring” del 1956 e le auto ufficiali Autodelta GTAm del 1970 e GT 2000 Gruppo 1 del 1974.
Sul tracciato leggendario di Monza hanno sfrecciato anche altri pezzi da collezione come una TZ del 1964, un’Alfetta GT del 1975, una ricostruzione della 1900 “Fianchi Stretti” del 1953, una GTA 1.3 del 1969 e i prototipi Effeffe, oltre ad Alfa Romeo da competizione youngtimer come la 75 Quadrifoglio e le 156 Gruppo N.

Presso l’imponente stand della Scuderia del Portello è stata allestita una maestosa esposizione con una trentina di altri prestigiosi esemplari del suo Museo Dinamico Alfa Romeo storiche da competizione, a cominciare dalla F1 183T e dalla Tipo 33/2 “Flèron”, affiancate dalla rarissima 1900 Corto Gara, la 75 Super Turismo, la 1900 TI “Clay Regazzoni”, la Giulia Spider Prototipo e la Giuletta Sprint Veloce della “Carrera Panamericana 2002”, la Gulietta SS e da diversi modelli Giulia come la TI Super, la Giardinetta e la Super 1600 “Pechino-Parigi 2016” – per citarne alcune.
Presso lo stand del Registro Italiano Alfa Romeo è stato inoltre possibile ammirare un’originale GTA 1600 del 1965 ufficiale Autodelta ex Ignazio Giunti.

Come sempre la Scuderia del Portello e le sue vetture portano avanti la continuità del marchio sportivo Alfa Romeo unendo il passato con  il futuro: tra i suoi ospiti, infatti, la nuova Giulia Quadrifoglio del team BOSCH, due modelli delle nuove supercar Giulia GTA e GTAm e, in anteprima assoluta, la prima Tonale dinamica del Brand Alfa Romeo, guidata direttamente dal CEO Jean-Philippe Imparato e dal team che l’ha disegnata e progettata, posizionata alla testa della grande parata in pista e sulla storica curva Sopraelevata Nord dell’Autodromo di Monza.

Altri ospiti d’eccellenza della Scuderia del Portello, piloti che hanno fatto la storia dell’Alfa Romeo nelle corse, come Andrea de AdamichCarlo FacettiGiorgio Francia e Gianni Giudici, i quali, insieme al Presidente Marco Cajani e al Team Manager Andrea Cajani, hanno consegnato al CEO J.P. Imparato il Trofeo “Campioni Alfa Romeo – 40 anni Scuderia del Portello” dedicato al Brand, in presenza di Vincenzo Leanza (Direttore di ACI STORICO) e di Marialaura Luraghi, nipote di Giuseppe Luraghi, Presidente negli “anni d’oro” della Casa di Arese.

Una lunga giornata di passione e forti emozioni che si è infine conclusa con le premiazioni,durante le quali la Scuderia del Portello e il RIAR, insieme a Vincenzo Leanza -Direttore di ACI STORICO, hanno assegnato un trofeo al Club Dolomiti (il più numeroso tra i partecipanti oltre al RIAR) e all’Alfa Romeo Giulia più antica.

Il Team Manager e Responsabile Eventi della Scuderia del Portello, Andrea Cajani, ha dichiarato: “anche questo evento dimostra come la Scuderia del Portello sia un punto di riferimento essenziale della storia dell’Alfa Romeo per tutti gli Alfisti sparsi nel mondo. In questi 40 anni siamo diventati un media e uno strumento di comunicazione eccezionale che offre anche ai suoi partner molte opportunità di condivisione con il pubblico. Questo altissimo numero di adesioni per il secondo anno di fila – e ringraziamo tutti gli Alfisti che hanno fatto parte della nostra grande festa – ci conferma che è possibile realizzare annualmente un grande raduno nel “Tempio della Velocità” a Monza che accolga Club e appassionati del Biscione a livello internazionale; questo tipo di manifestazione che il marchio storico Alfa Romeo merita di avere nei suoi luoghi di origine, fino a un anno fa in Italia mancava e siamo fiduciosi che in futuro possa crescere sempre di più, anche grazie alla collaborazione del Brand che ringraziamo per aver deciso di partecipare con un’anteprima mondiale della nuova vettura Tonale dinamica, insieme al CEO J.P. Imparato che ha così potuto constatare di persona le potenzialità della nostra struttura per collaborazioni future”.

Crediti fotografici:

Massimo Campi

ACI STORICO – Kappae

Paolo Alunni Bravi

Ludovica Mariasole De Murtas

Luca Danilo Orsi

Franco Bossi

BOSCH – Matteo Montaldo

GUARDA TUTTA LA GALLERIA FOTOGRAFICA DELL’EVENTO

 

Comments

0