PREMIAZIONE CAMPIONI ALFA ROMEO – 40 ANNI SCUDERIA DEL PORTELLO

AUDITORIUM TESTORI, PALAZZO DI REGIONE LOMBARDIA

MILANO 2 APRILE 2022

La Scuderia del Portello, sodalizio e squadra corse ufficiale Alfa Romeo storiche da competizione fondata ad Arese nel 1982, ha dato inizio al ricco week end di festeggiamenti per i 40 anni dalla sua nascita con la “Premiazione Campioni Alfa Romeo – 40 anni Scuderia del Portello” che si è svolta sabato 2 aprile presso l’Auditorium Testori nel Palazzo di Regione Lombardia.

Ad accogliere i circa 300 ospiti da tutto il mondo, tra cui i soci e i piloti della Scuderia, le leggende del volante che hanno fatto la storia dell’Alfa Romeo, le istituzioni, i partner e i giornalisti che collaborano con le attività del team, un’esposizione di prestigiose Alfa Romeo storiche del Museo Dinamico della Scuderia del Portello collocata nella suggestiva piazza coperta della sede di Regione Lombardia a Milano: la Tipo 33/2 “Flèron”, la F1 183T, la 1900 TI “Clay Regazzoni” e, per rendere omaggio ai 60 anni dell’Alfa Romeo Giulia, le storiche Giulia Giardinetta, Giulia TI Super e Giulia “Pechino-Parigi 2016” affiancate dalla moderna Giulia Quadrifoglio del partner Bosch.

L’evento è cominciato con la proiezione del filmato “40 anni Scuderia del Portello”  che ha illustrato la storia e gran parte delle esperienze sportive del team di Arese in questi quattro decenni negli eventi più prestigiosi del mondo.
Tra le istituzioni premiate: Stefano Bolognini, Assessore Regionale allo Sviluppo Città metropolitana, Giovani e Comunicazione, Marco Riva, Presidente di CONI Lombardia, Giuseppe Redaelli, Presidente SIAS e Presidente Commissione FIA vetture storiche, Vincenzo Leanza, Direttore Generale di ACI Storico e l’Onorevole Giovanni Battista Tombolato, Presidente dell’Intergruppo Parlamentare Veicoli Storici. Quest’ultimo ha conferito il “Trofeo Clay Regazzoni” agli equipaggi disabili che hanno condotto l’Alfa Romeo 1900 TI – guidata dal grande pilota alla “Carrera Panamericana 2002” – alla 1000 Miglia 2020 e 2021 per il progetto “Mobilità senza barriere”.

Presenti anche piloti leggendari del calibro di Andrea de Adamich, Carlo Facetti, Giorgio Francia, Gian Luigi Picchi, Gianni Giudici, Alex Caffi e Maurizio Verini premiati da Marialaura Luraghi, nipote dello storico Presidente dell’Alfa Romeo Giuseppe Luraghi che lasciò un segno indelebile nella storia della Casa del Biscione.
La scaletta ha previsto inoltre la dedica ad amici e personaggi illustri che hanno fatto parte dei 40 anni della Scuderia del Portello con i “trofei memorial”  Nanni Galli, Gino Pozzo, Nino Vaccarella, Bruno Bonini, Gianpietro Borgonovo, Samuele Baggioli, Diego Maspes, Carla Consalvi, Fiammetta La Guidara, Sandro Bacchi e Nando Minardi – per citarne alcuni.

“Sono diventato pilota della Scuderia del Portello nel 1983 e dal 1992 ricopro la carica di Presidente per cui da allora ho deciso di investire le mie risorse personali per costruire l’asset del nostro Museo Dinamico che in questi 40 anni ci ha permesso di rappresentare la storia del marchio sportivo Alfa Romeo ad altissimi livelli. Sono orgoglioso di essere stato a contatto con centinaia di Alfisti, molti dei quali nostri soci presenti in tutto il mondo, grazie alle trasferte internazionali che abbiamo organizzato, soprattutto in occasione dei grandi raid come le Londra-Sydney, le Pechino-Parigi, le Carrera Panamericana in Messico, la Londra-Messico, il raid della Fratellanza e della Pace da Milano a Shangai e negli USA, nei diversi Tour in Francia, in Spagna e in tutti i circuiti d’Italia e d’Europa; ho condiviso la mia passione per l’Alfa Romeo con tanti Club che ci seguono in tutto il globo e la Scuderia del Portello negli anni è diventata per gli appassionati dei cinque Continenti un vero punto di riferimento per la continuità della storia dell’Alfa Romeo” – queste le parole del Presidente Marco Cajani.

Foto: Massimo Campi

GUARDA TUTTA LA GALLERIA FOTOGRAFICA

 

Comments

0